RIFLESSI DALL’ ADRIATICO

Scaled Image

SABATO 3 LUGLIO 2010, alle ore 18. 30 a Sant’Erasmo (Venezia) presso la Torre Massimiliana sarà inaugurata la mostra :

RIFLESSI DALL’ ADRIATICO
LAVORI ASTRATTI
EDO MURTIĆ
PAOLO PATELLI
RENATO INGRAO
KREŠIMIR NIKŠIĆ
LORETO MARTINA
ANGELO ZENNARO

Il giorno sabato 3 luglio, presentando l’invito, sarà disponibile un servizio navetta con partenza da Venezia Piazzale Roma alle ore 17.30.Angolo giardini Papadopoli lato Canal Grande. Rientro a partire dalle ore 21.00

La mostra resterà aperta fino al 5 SETTEMBRE 2010
L’iniziativa, progettata dall’Associazione Culturale Oltre lo Sguardo e promossa dall’Istituzione Parco della Laguna.

La mostra “RIFLESSI DALL’ADRIATICO lavori astratti”, collocata all’interno dello spazio espositivo della Torre Massimiliana di S. Erasmo a Venezia, organizzata dall’associazione culturale “oltre lo sguardo”, promossa dall’Istituzione Parco della Laguna, in collaborazione con la Galleria Flaviostocco, propone uno tra i più significativi maestri dell’astrattismo europeo, Edo Murtic croato, scomparso nel 2005 e cinque artisti contemporanei, italiani e croati: Paolo Patelli , Renato INGRAO, Krešimir NIKŠIĆ, Loreto MARTINA, Angelo Zennaro che concentrano la propria attenzione sul tema dell’astrazione dell’immagine.

I cinquanta lavori astratti presentati stimolano il confronto su una grande ‘metafora’, quella del Mare, una metafora che trova in questo luogo straordinario della laguna di Venezia un habitat ideale.
L’arte è come il mare, invasa da un flusso inarrestabile che rende continuamente rivedibili le proprie sponde, capace di farsi forte dell’esperienza e del confronto, capace di trovare sempre nuovi equilibri e motivi di esistere.
In questo senso la mostra esprime alcune delle questioni più interessanti del nostro tempo: lo spazio, l’acqua, la luce, le relazioni, l’ambiente, l’impossibile, l’infinito.
Sono opere unite dalla relazione con il tema, esplorano il concetto di distacco come mezzo a causare la mutazione dell’immagine. Ci invitano ad andare “oltre lo sguardo” dentro la pittura dove tutto si è mescolato ma ancora dove tutto può apparire.
________________________________________________________________________________
EDO MURTIĆ Velika Pisanica 1921 – Zagreb 2005.
E’ stato il più importante artista croato del secondo dopoguerra e uno dei protagonisti della stagione informale europea degli anni Cinquanta e Sessanta. Sue opere sono presenti nelle collezioni pubbliche dei più importanti musei del mondo: dalla Tate Gallery di Londra al Museum of Modern Art di New York, dal Museè d’Art Moderne di Parigi alla Nationalgalerie di Berlino, dalla Narodni Galerie di Praga alla Kunsthaus di Zurigo, oltre che nei musei di Boston, di Houston, di Seul, di Vienna e – in Italia – di Genova, Torino e Brescia. Murtic ha partecipato alla Biennale di Venezia nel 1958 e nel 1964, a Documenta Kassel nel1958, alla Biennale di Tokyo nel 1953 e nel 1965 e alla Biennale di San Paolo del Brasile nel 1967.
Edo Murtic era un’icona nel suo paese e il grande riferimento per tutti gli intellettuali democratici. Si è spento a Zagabria il 2 Gennaio 2005.

Paolo Patelli è nato nel 1934 ad Abbazia-Istria. Espone dalla fine degli anni cinquanta. E’ stato fra i pochissimi esponenti italiani della Astrazione Hard Edge, che ha lasciato negli anni settanta per una ricerca vicina all’arte Povera ma legata all’arte di dipingere. Da allora si è sottratto volontariamente ad ogni cliché ripetitivo. Associato per qualche tempo ai pittori di “Fare Pittura”, prosegue in una ricerca personale che tende ad uscire dall’ortogonale e propone temi e materie all’espressione di forze, densità, intensità.
Ha tenuto lezioni e conferenze in Gran Bretagna e negli Stati Uniti, ha insegnato pittura per la New York University e ha avuto la cattedra di pittura all’Accademia di Belle Arti di Venezia.

Renato INGRAO nato a Palermo nel 1933. Ha frequentato, nel 1962 The Art Students League di New York negli anni dell’Action Painting, frequenta Mark Rothko e stringe una amicizia con Sam Gilliam.
Ha lavora sin dall’inizio dentro l’esperienza dell’astrazione vicino alla pittura primitiva, e negli anni settanta ha sviluppato un lavoro nell’ambito della moda dipingendo stoffe.Si presenta al pubblico nel 1971 esponendo nelle maggiori città. La sua è una pittura evocatrice di temi remoti, è ispirato ai ritmi dissonanti della musica Jazz. Si esprime attraverso differenti cicli che vanno dai collage di contenuto sociale ed arrivano a opere su costruzioni segniche e cromatismi dalle infinite variabili.

Krešimir NIKŠIĆ nato nel 1961 a Zagabria. Ha frequentato centri di cultura ed arte raggiungendo la maturità che consoliderà nell’impegno artistico. Si diploma presso “College for visual arts” di Lubiana. Ha conseguito il Master universitario in pittura presso l’ Accademia di arti figurative (ALU) di Lubiana. Espone nelle gallerie e musei d’arte delle città più importanti della Croazia. Sotto l’organizzazione dell’ UNESCO espone nella prestigiosa galleria Espace Pierre Cardin a Parigi (1998.).
Sul suo lavoro sono state pubblicate due monografie ed un’ edizione ampliata contenente testi dei più conosciuti critici d’arte (1999 , 2006, 2008).

Loreto MARTINA, nato a San Vendemiano (TV) nel 1953. Si forma all’Accademia di Belle Arti di Venezia, il suo esordio nel 1977. La sua ricerca, affiancata dall’insegnamento di materie artistiche nelle scuole prosegue negli anni ottanta e novanta con partecipazioni a collettive e con un gran numero di personali. Realizza vasti cicli di oli su tela confrontandosi con i capolavori della grande pittura: dai maestri veneti del cinquecento, a Grunewald, a Francis Bacon, fino agli Espressionisti Astratti nordamericani. Raggiunge una profonda semplicità dando spazio nelle contraddizioni e nella corruzione del nostro mondo, alle positive potenzialità della vita, offrendoci insospettabili energie per un qualche rinnovato inizio.

Angelo Zennaro. Nasce a Venezia nel 1951.
Gli inizi della vita artistica sono classici: dall’Istituto d’Arte, all’Accademia alle fabbriche del vetro, Murano.Insegna al Liceo Artistico pittura. Nel 1973 collabora nello studio di Emilio Vedova. Nel 1975 tiene la sua prima mostra personale. Espone in diverse sedi museali: Singapore, Spagna, Olanda, Francia, Slovenia, Brasile. Nel 2008 alla Galleria D’Arte Moderna di Ca’Pesaro a Venezia. Da alcuni anni sperimenta e realizza grandiose installazioni di vetro. Molto di queste esperienze si è riversato sulle recenti risoluzioni pittoriche facendo emergere intrecci d’aria, movimenti rapinosi di maree, folgoranti accensioni luminose, fluttuazioni di una naturale energia espressiva di segrete liricità.
______________________________________________________________________________________

Oltre lo sguardo associazione culturale
L’obbiettivo dell’associazione culturale “Oltre lo Sguardo” è di promuovere i linguaggi dell’arte, l’azione degli artisti in tutte le loro manifestazioni, aperti al dialogo ed alla collaborazione internazionale, presentando gli approcci e le pratiche che caratterizzano la produzione dell’arte e della cultura contemporanea, di allestire eventi e progetti artistici, ed i modi in cui gli artisti dipingono, evocano, immaginano la complessità di questo mondo e del nostro microcosmo soggettivo nella costante ricerca di nuove possibili comunicazioni.
Un progetto capace di coinvolgere istituzioni, centri di formazione e gallerie d’arte interessati al potenziamento dell’integrazione culturale, allo sviluppo della cittadinanza europea e dei fenomeni dell’arte.

Follow @positive_mag on twitter for the last updates

0 comments