Toolkit Research: ultimo appuntamento con il workshop di Karina Smigla Bobinski

 

Venezia, 1-2 dicembre 2012 presso A plus A Centro Espositivo Sloveno
Calle Malipiero, San Marco 3073

Si terrà a Venezia presso la sede di A plus A Centro Espositivo Sloveno l’1 e 2 dicembre 2012 l’ultimo appuntamento del Toolkit Research con il workshop dell’artista Karina Smigla Bobinski organizzato dal Tookit Festival insieme ad A plus A Centro Espositivo Sloveno e finanziato con i fondi per le attività studentesche dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. La deadline per le iscrizioni scadrà il 27 novembre 2012.

Dopo l’artista e designer svizzera Camille Scherrer (Venezia, 30-31 ottobre 2012) e il giovane malesiano Weng Nam Yap (Venezia, 15-16 novembre 2012) tocca ora alla tedesca di origine polacca Karina Smigla Bobinski concludere gli appuntamenti preparatori del Toolkit Festival in vista della sua terza edizione dal titolo Contemplative Pathways, che si terrà a Venezia il 9, 10 e 11 maggio 2013. Il workshop, della durata di due giorni, coinvolgerà i partecipanti nella creazione di opere d’arte interattive e multimediali e si concluderà con una performance dell’artista aperta al pubblico.

Karina Smigla-Bobinski, nata nel 1967 in Polonia, vive e lavora tra Monaco e Berlino. Dopo essersi laureata in pittura e comunicazione visiva all’Accademia di Belle Arti di Cracovia e di Monaco, lavora oggi su progetti che spaziano dall’interattività alle installazioni site-specific e multimediali. L’artista insegna presso il dipartimento di Arte e Design all’Università di Scienze Applicate di Asburgo, Germania. Le sue opere sono state esposte in più di trenta Paesi in festival, gallerie e musei tra cui la Biennale di Venezia e la Biennale di Busan, in Corea del Sud, il FILE Electronic Language International Festival di San Paolo e Rio de Janeiro, la VideoAKT Biennal di Berlino e LOOP – Video Art Fair di Barcellona.

Nel corso delle due precedenti edizioni (Venezia, marzo 2011 e maggio 2012) il Toolkit Festival, ideato da Martin Romeo e dedicato all’arte interattiva e multimediale, è diventato uno degli appuntamenti di riferimento della scena culturale veneziana, un evento in grado di coinvolgere la città intera e le sue istituzioni. Forti del successo di pubblico e critica ottenuto gli anni scorsi durante le precedenti edizioni del Toolkit festival gli organizzatori hanno deciso di compiere un ulteriore passo in avanti, intensificando gli appuntamenti e dunque la qualità dell’offerta del Festival, invitando artisti importanti e dando l’occasione a Venezia di diventare ancora una volta un luogo in cui la ricerca artistica, il dialogo e lo scambio con il pubblico sono ritenuti di fondamentale importanza per lo sviluppo della città e dei suoi abitanti.

 

Text by tobia piatto 

 

Follow @positive_mag on twitter for the last updates

You may also like

0 comments