Beatrice Chima

Testo di Andrea Santoro, Editor a Roma Foto di Beatrice Chima